smokestop

Smettere di fumare di colpo o gradualmente?

smettere di fumare gradualmente, passare allo svapo.

La risposta è:

Smettere di fumare per gradi invece che cessare di colpo è un’opzione consigliabile per molte persone che desiderano liberarsi dalla dipendenza dal fumo, ma preferiscono evitare gli effetti collaterali intensi associati a smettere di botto. Ridurre gradualmente l’assunzione di nicotina consente al corpo di adattarsi per gradi alla mancanza di questa sostanza.

Smettere di botto può avere qualche effetto collaterale?

Smettere di fumare improvvisamente può causare diversi effetti collaterali, come irritabilità, ansia, depressione, aumento dell’appetito, stitichezza, difficoltà di concentrazione e desiderio intenso di fumare. Ridurre gradualmente la nicotina riduce questi sintomi e rende più gestibile il processo di smettere di fumare. Ecco perché non è consigliabile smettere di fumare di colpo ma conviene farlo gradualmente.

Come si può iniziare nella pratica a smettere per gradi?..

Quando si sceglie di smettere di fumare non di colpo ma gradualmente, si può iniziare riducendo il numero di sigarette al giorno. Successivamente, si può passare all’uso di dispositivi per lo svapo contenenti una percentuale di nicotina simile a quella assunta con le sigarette tradizionali. Questo aiuta a soddisfare il bisogno di nicotina senza l’aggiunta delle altre sostanze nocive presenti nelle sigarette.

Una volta adattati allo svapo, è possibile ridurre gradualmente la percentuale di nicotina nel liquido, settimana per settimana, fino ad arrivare a eliminarla completamente. È importante mantenere questa fase per almeno 4 settimane, poiché è il tempo necessario per eliminare la dipendenza fisica dalla nicotina.

Questa strategia di smettere gradualmente può essere consigliabile per coloro che non vogliono affrontare gli effetti collaterali intensi di smettere di colpo, ma preferiscono un approccio più graduale. È particolarmente utile per coloro che cercano di smettere di fumare dopo un lungo periodo di dipendenza, in quanto offre una transizione più morbida verso l’abbandono completo del fumo. 

Qui di seguito vi elenco alcuni tra gli effetti collaterali più comuni che si possono riscontrare smettendo di fumare di colpo.

Smettere di fumare può portare a diversi effetti collaterali, poiché il corpo si adatta alla mancanza di nicotina e ai cambiamenti nella chimica cerebrale.

      • Craving (forte desiderio di fumare): Il craving è un sintomo comune quando si smette di fumare. È un’intensa voglia di fumare che può essere provocata da fattori come lo stress, i trigger abituali o le situazioni sociali. Questo desiderio può essere molto intenso nei primi giorni o settimane dopo aver smesso di fumare, ma generalmente diminuisce nel tempo.

      • Irritabilità e ansia: L’astinenza da nicotina può causare irritabilità, nervosismo e ansia. Questi sentimenti possono derivare dalla dipendenza chimica che il corpo ha sviluppato nei confronti della nicotina e dall’assenza della sostanza.

      • Disturbi del sonno: Molte persone riscontrano cambiamenti nei loro schemi di sonno dopo aver smesso di fumare. Alcuni possono sperimentare insonnia, difficoltà ad addormentarsi o risvegli frequenti durante la notte. Questi disturbi del sonno possono essere temporanei e potrebbero scomparire nel tempo.

      • Aumento dell’appetito e aumento di peso: Una delle ragioni per cui alcune persone ingrassano dopo aver smesso di fumare è che senza la nicotina l’appetito può aumentare. Inoltre, il fumo può influire sul metabolismo, quindi smettere di fumare può contribuire a un leggero rallentamento del metabolismo. Tuttavia, l’aumento di peso può essere evitato adottando uno stile di vita sano, facendo attività fisica regolare e mantenendo una dieta equilibrata.

      • Depressione: In alcuni casi, smettere di fumare può aumentare i sentimenti di tristezza, irritabilità e depressione. Questi sintomi possono derivare sia dalla sospensione della nicotina, che può influire sulla regolazione della serotonina nel cervello, sia dal fatto che alcune persone usano il fumo come meccanismo di gestione dello stress o della depressione. Se questi sentimenti diventano persistenti o intensi, è importante cercare il supporto di un professionista della salute mentale.

      • Difficoltà di concentrazione: Alcune persone riscontrano difficoltà di concentrazione e problemi di memoria dopo aver smesso di fumare. Questi sintomi sono generalmente temporanei e di solito si risolvono nel tempo. È importante essere pazienti e cercare di mantenere una mente attiva con l’esercizio mentale e altre attività che stimolano il cervello.

      • Mal di testa: Alcune persone possono sperimentare mal di testa come sintomo di astinenza da nicotina. Questo può essere dovuto al cambiamento nel flusso sanguigno cerebrale o all’adattamento del sistema nervoso centrale alla mancanza di nicotina.

      • Tossire o raucedine: Molti fumatori sviluppano una tosse cronica o la raucedine a causa del fumo. Quando si smette di fumare, possono verificarsi temporaneamente sintomi come aumento della tosse o della raucedine. Questo è un segno che i polmoni stanno cercando di ripulirsi dalle tossine accumulate.

    P.S Vi dò un consiglio importante: Qualora decidiate di passare alla svapo non comprate le penne già pronte, in quel modo non riuscireste capire la percentuale di nicotina contenuta al suo interno e fareste fatica a regolarvi di conseguenza. 

    In un futuro prossimo quando sarete pronti al passaggio a 0% nicotina questa dritta varrà ancor di più, nel senso che voi vi fidereste di chi vende le penne pronte all’uso?.. Io no. Chi ti vende il mezzo difficilmente non ti darà un minimo di carburante per utilizzarlo, portandoti così a dipendere da esso fino al prossimo rifornimento. Chi ti vende il mezzo vuole che lo usi. 

    Quando arriverai a voler provare 0% di nicotina, puoi fare come me ed eludere questo circuito creando tu stesso il liquido. Ovvero provare con una di queste (vedi il link). Con questo dispositivo crei tu il liquido, decidendo la percentuale di nicotina presente e potrai regolare l’aspirazione come preferisci. Questo è un dettaglio da non sottovalutare soprattutto all’inizio, è importante che non sia troppo forte altrimenti il vapore ti andrà di traverso irritandoti i bronchi e facendoti tossire, a me la regolazione ha aiutato parecchio..

    Infine se mi seguirai arriveremo a togliere non solo il vizio causato dalla dipendenza, ma la gestualità e cosa ancor più importante, la convinzione (sbagliata) che è quella che può farci ricadere in tentazione. Quel tarlo mentale che nonostante la nostra buona volontà, ci lascia inconsciamente convinti che ci piaccia così tanto il fumo da pensare di fregarcene di tutto e riprendere a farlo di nuovo, con nicotina o addirittura con il tabacco..

    Facebook
    Twitter
    LinkedIn

    Approfondisci

    Articoli correlati

    Risparmio casa

    Risparmio Casa

     “Abbandonare il vizio del fumo per risparmiare: Investire saggiamente i soldi risparmiati”   Il consumo di tabacco non solo rappresenta una minaccia per la nostra

    Leggi articolo »

    On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.